Aita Gymnastic

Aita Gymnastic

percorso urbano per la motricità inclusiva

Casa di riposo Aita – Pieve del Grappa    www.casadiriposoaita.it

Aita Gymnastic è un progetto ideato da Salvatica per la Casa di Riposo Aita. Sono coinvolti gli spazi esterni del plesso che, utilizzando pratiche di coinvolgimento interno ed esterno, saranno trasformati attraverso un percorso per la motricità inclusiva.

FASI PREPARATORIE

Per riuscire a progettare nel migliore dei modi l’intervento sono stati organizzati degli incontri sia con gli anziani residenti nella struttura, sia con i non residenti ma fruitori delle attività e degli spazi in qualità di esterni. Sono stati quindi raccolti numerosi dati circa l’utilizzo degli spazi interni ed esterni, al fine di individuare l’uso e le caratteristiche qualificanti. Sono emersi poi consigli e idee per poter migliorare gli spazi. Abbiamo poi cercato di individuare delle parole chiave sul tema della memoria e del ricordo. Sono stati anche incontrati i fisioterapisti della casa di riposo per comprendere meglio le capacità motorie degli anziani, al fine di offrire un opportunità motoria di sperimentazione ed una palestra all’aperto che interagisca con la mobilità, a misura di anziano.

 

 

FIL VERT

Dopo un primo momento di raccolta dati, il risultato del progetto Aita Gymnastic si evolverà in un percorso tracciato per terra, partendo dai due ingressi della casa di riposo, fino al nuovo padiglione dei reparti. Il segno tracciato sarà come un lungo filo di lana che partirà da un grande ago di legno, una sorte di Totem che darà inizio al percorso. Iniziando dall’ingresso della casa di riposo quello verso la piazza di Crespano. Lungo il tragitto verranno scritte a terra delle parole/frasi guida, allo scopo di offrire a chi entra in Aita una guida e un motivo di riflessione e curiosità. Sono stati identificati inoltre dei luoghi di incontro nel giardino e destinati ognuno ad una precisa tematica: la memoria, il racconto, la condivisione del sapere, olfatto e i ricordi di gioventù.

 

 

In riferimento al lavoro fatto con i fisioterapisti durante il percorso verranno infine tracciate delle figure come il cerchio, il quadrato e il simbolo dell’infinito, tutte utili per sviluppare la mobilità dell’anziano e l’attenzione, in particolare volta ad imparare a mantenere l’attenzione sugli ostacoli e sul percorso (cambio pavimentazione ecc..) al fine di prevenire cadute e traumi.

PRODUZIONE

Dopo una prima fase di test e l’inizio della traccia colorata, le condizioni di temperatura e umidità hanno imposto una pausa, l’adesione del colore al supporto è risultata disomogenea. La primavera si è poi serrata per altri motivi, aspettiamo ora la stabilizzazione delle condizioni meteorologiche per riprendere i lavori.

 

 

CESTI DELL’OLFATTO

La fase di costruzione è proseguita con le installazioni esterne: i cesti dell’olfatto.
Si tratta di grandi cesti infissi nel terreno all’interno dei quali saranno piantate specie aromatiche connotate dalla presenza di oli essenziali. Questi permetteranno di essere facilmente raggiunti dagli anziani, grazie all’altezza ottimale pensata anche per gli ospiti in sedia a rotelle.

 

 

Si sono adoperati vimini in salice da cesteria di lunghezza superiore a 2 metri. Utilizzando tipi di tessitura tratti dalla cesteria classica, si sono sperimentate forme differenti pensando alla specificità delle piante che ospiteranno.

 

 

Successivamente si sono riempiti i cesti con substrato vegetale appositamente composto e su questo messi a dimora mente e melisse, santoline, erba luigia, rosmarini prostrati e lavande stoechas.

 

 

FIL VERT #2

E’ giunta la primavera e a passi veloci anche l’estate, prepariamo i colore per tracciare il “fil vert” traccia colorata che attraversa gli spazi estreni tra i padiglioni del plesso Aita. Come un gomitolo di lana che si svolge, metafora della vita, tra nodi e incroci si scrivono parole indelebili.

 

 

Sperimentiamo il potere di una traccia, quasi un gesto unico semplice e preciso, un’unica pennellata di 260 metri di sviluppo. Capace quantomeno di catalizzare gli sguardi e far sorgere interrogativi.

 

 

Lo stesso segno scrive parole nate dal dialogo con i gli anziani, parole che raccontano vite, memorie, sentimenti, attimi. Parole che accolgono, che legano con un filo unico passanti, anziani, fisioterapisti, parenti, carrellisti, direttori, giovani pittori e giardinieri.

 

 

Aita Gymnastic è un progetto di Salvatica per Casa di Riposo Aita parte di Curati del movimento 

Curati del movimento è un progetto a favore dei cittadini anziani del territorio Pedemontano dei Grappa Finanziato dalla Regione Veneto con Decreto Regionale n. 162/2018 “Interventi e Valorizzazione dell’Invecchiamento Attivo”

Aita Gymnastic da seguito alla sperimentazione iniziata con il progetto Crespano Urban Playground