Clay pad

Clay pad

trappole per impronte nel giardino della scuola d’infanzia

 

Nel giardino della scuola ci giocano i bambini. Ma quando è chiusa?
Ci sono piccoli abitanti che frequentano il giardino e che abitano a scuola, e..  non sono i nani da giardino, no.
Cerchiamo di individuarli e scoprire la loro presenza cercando segni e tracce. Anzi meglio costruiamo delle trappole per tracce!

 

 

La parola chiave diventa manipolazione, impasto di argilla dei colli asolani e sabbia di fiume, aggiungendo acqua costruiamo dei vassoi che saranno attivati con esche speciali.

 

 

E dopo qualche giorno… presi sul fatto, sui nostri clay pad abbiamo da indagare e immaginare come su di una lavagna scritta dalla natura: impronte, andature, segni impressi che una volta seccata l’argilla diventano pretesto per mille ipotesi e fantasie.

 

MATERIALI

Argilla, sabbia di fiume, acqua, cassette di legno, nylon, esche di semi.

Clay pad è un progetto di Salvatica per la Scuola d’infanzia Umberto I di Pieve del Grappa

 

Vedi anche: Un giardino in sette stazioni – progetto di giardino educativo